Print This Post Print This Post

Traduzioni da ascoltare – lunedì, a Napoli

Biennale E.S.T. — Festival della Traduzione “Tradurre (in) Europa”
Napoli, 22 – 20 novembre 2010
Abbiamo il piacere di annunciarvi l’apertura del Festival della Traduzione con un ospite d’eccezione: Maddalena Crippa.
INVITO: Napoli_in_traduzione_Invito-2[1]
—————
Napoli in traduzione
Con Maddalena Crippa.
Introduce il Rettore dell’Università di Napoli, L’Orientale, Prof. Lida Viganoni.  Voci di Anna Maria Ortese, Ingeborg Bachmann, Hans-Werner Henze interpretate da MADDALENA CRIPPA
Intervento musicale al violoncello a cura del Conservatorio San Pietro a Majella — 
Palazzo Du Mesnil, ingresso Monumentale, Via Partenope, 22 novembre 2010, ore 19:00
—————

In un momento tra i più difficili della storia della città il Festival della traduzione apre una dimensione alta, altra – con una lettura di grande tensione emotiva, artistica ed etica. Una delle grandi attrici del nostro tempo, Maddalena Crippa, che ha già  dato voce a grandi figure della tradizione culturale dell’Occidente, dalla Medea di Euripide alla Varvara Petrovna dei Demòni – sempre per la regia di Peter Stein –  nelle suggestive sale del Rettorato dell’Università di Napoli L’Orientale, nel Palazzo Du Mesnil, darà voce ad Anna Maria Ortese, Ingeborg Bachmann e Hans-Werner Henze: artisti che hanno vissuto a Napoli, hanno visto la città, l’hanno letta, l’hanno riscritta, l’hanno “tradotta” come se fosse un grande e doloroso, contradditorio testo. Un’attrice è di per sé traduttrice, la sua voce ripete e rinnova la parola scritta. Del loro rapporto con Napoli le scrittrici e il musicista lasciano testimonianza sofferta, traslata, straniata, ambigua. Ci riportano a una Napoli “in traduzione” che lascia intuire, tra dolore e miseria, il valore della bellezza e la minaccia della sua perdita definitiva. Ascolteremo la Napoli nelle parole della protagonista del “Porto di Toledo” (Scrivi Toledo, leggi Napoli) della Ortese, nell’italiano da Opera e da Bel Canto di uno Henze che sogna con Bachmann una impossibile felicità coniugale; un canto struggente, pronunciato in battello tra Ischia e Napoli. Un invito ad ascoltare la voce profonda del vulcano. Per poi abbandonare ogni cosa nel mare.
———–
(con preghiera di diffusione)
Napoli festeggia la TRADUZIONE dal 22 al 29 novembre 2010:
61 eventi con più di 100 ospiti e relatori di particolare prestigio e personalità, articolati in 10 percorsi tematici distribuiti su 8 giorni in 24 suggestivi luoghi con 57 partner locali, nazionali, internazionali (tra cui 10 università). E con 42 lingue parlate ed esaminate al microscopio, senza contare i dialetti e le lingue antiche.
In allegato la locandina e la brochure con la descrizione dei sessanta appuntamenti (ingresso libero).
I SITI DI RIFERIMENTO
www.estranslation.net
www.lerotte.net
POTETE SCRIVERE a: biennaletraduzione@gmail.com

Lascia un comento

 

 

 

Puoi usare questi tag

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>