Print This Post Print This Post

Un libro in ricordo di Victor Zaslavsky

INVITO — VICTOR ZASLAVSKY, L’URSS E LA RUSSIA
Mercoledì 12 gennaio 2011, alle 17,30, a Trento, nella “Sala Rosa” della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige (Piazza Dante) il Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale organizza l’incontro-dibattito Victor Zaslavsky, l’Urss e la Russia. Intervengono Bruno Grancelli, Fernando Orlandi e Gianfranco Poggi. Introduce Massimo Libardi.
La scomparsa di Victor Zaslavsky, il 26 novembre 2009, ha lasciato un grande vuoto nella comunità degli studiosi di Unione Sovietica e Russia. Per ricordarlo, il nostro Centro studi ha pubblicato Victor Zaslavsky. Viaggiatore attraverso il secolo, un volume di testimonianze e ricordi.
In questi giorni è anche giunto in libreria, per i tipi del Mulino, il volume postumo, scritto a quattro mani di Victor Zaslavsky con Lev Gudkov, La Russia da Gorbaciov a Putin. In questo lavoro, i due autori si interrogano su dove stia andando la Russia. Dopo la fuoriuscita dal comunismo e l’avvio, con costi sociali altissimi, di un’economia di mercato e di un regime formalmente democratico, oggi assistiamo a una deriva autoritaria e a un rallentamento delle riforme. Il potere è in mano a un’élite proveniente dall’esercito e dai servizi di sicurezza, estranea per formazione alle idee liberali, allo stato di diritto, all’occidentalizzazione del paese; l’autoritarismo morbido di Putin riallontana dall’Europa la Russia, che torna a identificare negli Stati Uniti il suo avversario storico, nell’illusione di un’autosufficienza autarchica che la crisi economica del 2008 ha duramente smentito.
Attraverso una serrata analisi, Gudkov e Zaslavsky fanno il punto sul ruolo che la Russia con le sue rinnovate ambizioni di grande potenza può svolgere nello scenario internazionale, in un’Europa che ha crescente bisogno delle sue materie prime e del suo mercato per i prodotti occidentali.
Di questi due volumi, di dove stia andando la Russia di Medvedev e Putin, del lavoro scientifico e analitico di Victor Zaslavsky, e del ricordo personale e umano lasciatoci, se ne discute a Trento mercoledì 12 gennaio, alle 17,30, nell’incontro organizzato dal Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale (“Sala Rosa” della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, Piazza Dante). Intervengono Bruno Grancelli, Fernando Orlandi e Gianfranco Poggi. Introduce Massimo Libardi.
Victor Zaslavsky.Viaggiatore attraverso il secolo, a cura di Fernando Orlandi, è pubblicato dal Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale. Il volume, di 208 pagine (€ 12,00), raccoglie 52 testi, una serie di fotografie e si chiude con la bibliografia degli scritti di Victor Zaslavsky (pp. 193-205).
Lev Gudkov e Victor Zaslavsky, La Russia da Gorbaciov a Putin, è pubblicato da Il Mulino (216 pagine, € 15,00).
Lev Gudkov dirige il Centro di studi sull’opinione pubblica “Yuri Levada” a Mosca ed è autore di numerosi studi sulla società post-sovietica; assieme a Victor Zaslavsky ha anche pubblicato La Russia postcomunista: da Gorbaciov a Putin (Luiss, 2005).
Victor Zaslavsky (1937-2009), costretto ad emigrare dall’Urss nel 1975, ha insegnato Sociologia in Canada, negli Stati Uniti e infine alla Luiss di Roma. Fra le sue pubblicazioni più recenti: Togliatti e Stalin (con Elena Aga-Rossi, 2a ed., Il Mulino, 2007), Pulizia di classe. Il massacro di Katyn (Il Mulino, 2006), Lo stalinismo e la sinistra italiana (Mondadori, 2004), e Storia del sistema sovietico (2a ed., Carocci, 2001).

Lascia un comento

 

 

 

Puoi usare questi tag

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>