Print This Post Print This Post

Nel 2014 elezioni per il PE lo stesso giorno nei 27 Paesi UE

La proposta non è solo mia, ma la sottoscrivo pienamento: a fine maggio 2014 le elezioni europee devono avvenire lo stesso giorno, grosso modo nelle stesse ore, nei 27 Paesi in modo da far sentire concretamente che si tratta di elezioni continentali, europee, che coinvolgono collettivamente e contemporaneamente 500 milioni di cittadini.

Forse non tutti i paesi sottoscriveranno questa idea, peccato, peggio per loro, si cominci subito coordinandosi tra i paesi volentorosi. E’ l’unica soluzione realistica per evitare 27 consultazioni domestiche. Solo in questo modo il voto sarà più consapevolmente europeo.

In Europa siamo continuamente in campagna elettorale, in ogni periodo dell’anno c’è un’elezione in questo o quell’altro paese, quindi bisogna distinguere l’elezione europea dalle altre.

L’obiezione che ciascun paese è abituato a votare in giorni e orari diversi (chi il giovedì, chi la domenica, chi fino alle 20:00, chi fino alle 22:00), non tiene. La questione non è tecnica ma simbolica.

Ciò che si chiede è un gesto nei confronti dei cittadini, a favore di una più marcata consapevolezza della cittadinanza europea.

Retorica? Possibile che ogni qualvolta qualcuno fa una proposta che riguardi l’UE piova questa accusa?! Anche la minaccia dello tsunami anti-europeo che potrebbe abbattersi sulle prossime elezioni europee è retorica?

Lascia un comento

 

 

 

Puoi usare questi tag

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>