Print This Post Print This Post

Polonia o Svezia?

La Polonia di Tusk non è la Svezia

Fino a un po’ di tempo fa, nel racconto dei media, era stato l’unico socio comunitario – assieme alla corazzata tedesca – che aveva retto bene l’urto della crisi, senza registrare cadute verticali del Pil, proteste sociali e instabilità politica.
Ma i quattro giorni consecutivi di agitazioni sindacali della scorsa settimana, culminati nella grande manifestazione tenutasi a Varsavia sabato, hanno squadernato una realtà più complessa e frammentata di quella narrata fino a ieri. Tra i meandri della società polacca serpeggiano malcontento e preoccupazione. Oltre a una crescente sfiducia nel governo di Donald Tusk, l’unico primo ministro, dall’89 a oggi, a essersi confermato due volte di fila alla guida del paese. Leggi tutto

Lascia un comento

 

 

 

Puoi usare questi tag

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>