Print This Post Print This Post

Paul Celan a Roma

Progetto Celan in Italia Posted on gennaio 24, 2014 — Vedi:   Il 27 gennaio è il giorno della memoria, ma fare memoria è un atto continuo. Si dispiega nella profondità del tempo e nella quotidianità di gesti come leggere, osservare, guardare, scrivere, condividere. Paul Celan è tra i poeti in grado di insegnare a chi legge, studia, ascolta, l’atto del fare memoria. […]

Print This Post Print This Post

Ricordare il 2° Corpo Polacco in Italia (1943-1946) – Convegno

ACCADEMIA POLACCA A ROMA FONDAZIONE ROMANA J. S. UMIASTOWSKA Ricordare il 2° Corpo Polacco in Italia (1943-1946) Inter arma non silent musae  23 – 24  aprile 2013 Sede del convegno, vicolo Doria 2 (Palazzo Doria), 00187 Roma – tel. 06 679 21 70 PROGRAMMA 23 aprile Sessione di apertura Il 2° Corpo Polacco – “luogo […]

Print This Post Print This Post

Accade in Europa: Giorgio Napolitano, Bronisław Komorowski, Joachim Gauck rendono omaggio a Gustaw Herling-Grudzinski a Napoli

Giorgio Napolitano, Bronisław Komorowski, Joachim Gauck rendono omaggio a Gustaw Herling-Grudzinski a Napoli «Sono oggi qui (…) a nome della Repubblica italiana, anche a titolo di risarcimento delle incomprensioni e chiusure faziose che possono talvolta averlo fatto sentire isolato rispetto a certi circoli politico-intellettuali di questa città e possono averlo amaramente ferito. È un risarcimento […]

Print This Post Print This Post

a Roma: GEOPOETICA E CULTURE DI CONFINE

GEOPOETICA E CULTURE DI CONFINE IN UNA PROSPETTIVA COMPARATIVA Workshop internazionale Roma 5-6 dicembre 2011 5 DICEMBRE ISTITUTO ITALIANO DI STUDI GERMANICI VILLA SCIARRA-WURTS SUL GIANICOLO VIA CALANDRELLI, 23 ORE 9.30-18.00 9.30: Saluti LEZIONE SUL CONFINE Introduce Paola Maria Minucci (“Sapienza” Università di Roma) 10.00: Michalìs Pierìs (Cipro University) Il confine inscritto nel corpo di […]

Print This Post Print This Post

Leggere le memorie europee

European Memory. A Blessing or a Curse? edited by: Leonidas Donskis and Ineta Dabašinskienė published by: A. Longo editore pp: 296 ISBN: 978-88-8063-622-9 price: € 20.00 How do the politics of remembering and the politics of forgetting relate to modernity? Is European memory the way out of painful dilemmas of modernity or it is just […]

Print This Post Print This Post

Gli italiani e la memoria del passato (recente)

La memoria inutile Barbara Spinelli, La Stampa 24/1/2010 La memoria, che in Italia non è mai diventata musica di fondo della politica come nelle nazioni che con tenacia hanno lavorato sul proprio passato (parliamo in modo speciale della Germania, ma l’esame di coscienza fu approfondito anche in Sud Africa, unendo la sete di verità al […]

Print This Post Print This Post

Dalla fotografia coloniale alla Polonia post-coloniale

Fotografia delle colonie: uno dei miei primi, anzi primissimi scritti pubblicati, una recensione su “Studi Storici”, a. 23, 1982, n. 2, p. 461. Un amico – Modesto – mi criticò per l’uso della parola “setaccio”, che non gli piaceva, non era da “storico” diceva, forse a ragione, sapeva di cucina, di massaia. Oggi forse avrei […]

Print This Post Print This Post

La memoria a Torino

La memoria, motivo conduttore del Salone 2010 Scopri gli incontri del programma dedicato al tema dell’anno, la memoria Che cosa è per noi, oggi, la memoria? Come la pensiamo, come la utilizziamo? La scelta della memoria come motivo conduttore del Salone 2010 nasce dalla constatazione di un paradosso: proprio nel momento in cui, grazie alle […]

Print This Post Print This Post

Come cambiano i rapporti politica-storia in Russia

The evolution of Russia’s historical policy Russia is modifying its historical policy; it is giving up its vindications of Stalin, while at the same time defending the concept of the USSR’s role as liberator during the Second World War. Vedi anche il dossier pdf

Print This Post Print This Post

Oggi Mosca e le sue parate a Radio Tre Mondo

Il 9 maggio Mosca festeggia il V-E Day (Victory in Europe Day). In quello stesso giorno di 65 anni fa, infatti, l’Europa dichiaro’ sconfitta la Germania e chiusa la Seconda Guerra Mondiale. E quest’anno i Russi hanno intenzione di festeggiare alla grande: per la prima volta, nella Piazza Rossa, le loro forze armate sfileranno assieme […]

Print This Post Print This Post

La prima guerra mondiale come mito

…Per me i testi non nascono (solo) da altri testi, ma in un contesto. Ne derivano, vi si intrecciano, influiscono. Vale per l’autore, vale per i lettori, gli editori, i critici. Si crea ogni volta un micro-sistema di implicazioni e rimandi. Se poi il testo dura nel tempo, ecco che la sua ricezione può mutare. […]

Print This Post Print This Post

“poloniaeuropae” è online

Polonialismi Dal BLOG di Matteo Tacconi, Radio Europa Unita, 20 marzo 2010 Segnalazione. Sbarca sul web Poloniaeuropae, rivista online dedicata ai temi polacchi, europei, polacco-europei e molto altro. L’iniziatore è Paolo Morawski, già autore insieme al fratello Andrea di Polonia mon amour (Ediesse). Conoscendolo, posso scommettere che il nuovo sito non annoierà affatto. Anzi, sarà […]

Print This Post Print This Post

La memoria a 360°

Trous de mémoires ? Pôle associé de la BnF, le Cerdo (Centre d’Études, de Recherche et de Documentation sur l’Oralité) de l’UPCP-Métive propose, chaque année, trois temps de questionnements. Ils sont organisés pour un public (praticiens, enseignants, artistes, chercheurs, …) intéressé par les problématiques de l’oralité. L’intention de cette journée est de s’interroger, dans le […]

Print This Post Print This Post

Su Solzhenitsyn

SOLZHENITSYN E IL SILENZIO DEL QUIRINALE Carlo Ripa di Meana, Critica Sociale, 2009, Numero 5 La sinistra italiana e le tardive parole di autocritica dopo la morte del grande scrittore e dissidente russo, l”homme du siecle”, per R. Aron Quando nella primavera del 1977 scrissi a Solzhenitsyn, che viveva esule appena da qualche anno a […]

Print This Post Print This Post

Memoria e rimozione del passato albanese (comunista)

Domanda: In Albania si sono rimossi anche i simboli del recente passato … In questi anni si è cercato di rimuovere ogni traccia del regime. Le opere social-realiste sono state rimosse dal Museo Nazionale di Tirana, si è discusso a lungo se rimuovere o meno lo stesso mosaico della facciata del Museo, e solo poche […]

Print This Post Print This Post

Effetti di lunga durata

citazione: … i conflitti reali perdurano a distanza di decenni, se non di secoli, nei conflitti simbolici tra diverse memorie. pdf